Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Maurizio martire

Date rapide

Oggi: 22 settembre

Ieri: 21 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

San Francesco d'Assisi Patrono d'ItaliaDivin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniAttualitàEx Despar, i market ritornano alla curatela

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneRistorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGeljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera AmalfitanaLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiMTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - ItaliaIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Ex Despar, i market ritornano alla curatela

Scritto da La Redazione (admin), giovedì 24 febbraio 2011 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 24 febbraio 2011 00:00:00

Alla fine è arrivata l’amara sentenza. Entro lunedì prossimo, 28 febbraio, la “2C”, la società degli imprenditori Carlo Caputo e Rosario Catone, dovrà restituire alla curatela fallimentare di Cavamarket e Gds i 24 punti vendita ex Despar presenti in Campania. Lo hanno deciso ieri Giovanni Alari e Giacomo Sorrentino, i curatori fallimentari impegnati a risolvere la vicenda, durante l’incontro tenuto con le parti interessate presso l’Ufficio del lavoro di Salerno.

L’accordo raggiunto tra il tandem di impresari casertani, Catone e Caputo, e l’ex patron dell’Hdc, Antonio Della Monica, lo scorso 27 maggio non avrà, pertanto, più validità. È stata, infatti, respinta la richiesta di prorogare il contratto di gestione dei rami aziendali fino al prossimo 31 dicembre. Ora si dovrà procedere con l’asta pubblica.

I primi sentori di una simile conclusione si erano già registrati nei giorni scorsi, allorquando era stato il Presidente del Tribunale fallimentare di Salerno, Salvatore Russo, a sbilanciarsi sull’infelice esito del caso. Ma la speranza dei sindacati era andata comunque oltre, così da richiedere il summit andato in scena ieri.

Quale sarà a questo punto la sorte dei dipendenti coinvolti? Varie sono le ipotesi, così come numerose sono le perplessità degli organi confederali circa il futuro dei circa 600 dipendenti interessati. Per quelli già assunti (400), e questa è una prima ipotesi, potrebbe aprirsi la porta della cassa integrazione per fallimento, almeno fino all’asta pubblica. L’altra, come proposto dal responsabile della Cisl, Antonio De Michelo, potrebbe consistere in una “mobilità a rotazione” tra i 400 assunti ed i 200 già in cassa integrazione, in modo da far risultare al momento dell’asta tutti i lavoratori.

Fatto sta che ieri la curatela ha dato rassicurazioni sull’apertura dei punti vendita, almeno fino all’esaurimento della merce presente in magazzino. Apertura di cui la curatela stessa dovrà prendersi cura, anche se sul punto si è registrata la reazione scettica di Franco Tavella. Il segretario generale della Cgil, infatti, non ha nascosto i suoi dubbi sulle capacità di gestione dei market da parte della curatela e sull’eventuale riassunzione dei dipendenti interessati.

E' poi arrivata un’ulteriore garanzia da parte dei curatori. All’interno del verbale Alari e Sorrentino hanno previsto l’inclusione della clausola di manodopera, escamotage grazie al quale la nuova proprietà aggiudicataria dell’asta dovrà impegnarsi a riassumere non solo i dipendenti già impiegati nei vari punti vendita, ma anche la restante parte del personale che al momento già usufruisce della cassa integrazione. Non contenti comunque per l’esito della vicenda, i sindacati hanno promesso di continuare nella battaglia, preannunciando l’intenzione di ricorrere a tutte le possibili forme di protesta.

Il Comune invita i lavoratori a costituirsi in cooperative

L’assessore al Lavoro del Comune di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Lamberti, presente all’incontro tenutosi ieri tra le Curatele fallimentari di Cavamarket e GDS, i rappresentanti della 2C e le organizzazioni sindacali, nel ribadire la propria preoccupazione per la situazione occupazionale determinata dal fallimento in questione, in accordo con il sindaco Marco Galdi, ha dichiarato:

«Proponiamo che i lavoratori si costituiscano in cooperative che gestiscano i punti vendita. In tal senso il Comune offre la propria disponibilità a supportare i medesimi lavoratori con le professionalità necessarie nell’avvio della costituzione delle cooperative e nella gestione delle attività. Sarà possibile chiedere all’INPS, ai sensi di legge, di corrispondere in un’unica soluzione l’ammortizzatore sociale, in modo da consentire agli stessi lavoratori di acquisire disponibilità economiche occorrenti per la costituzione delle cooperative e per l’avvio delle attività. Questa proposta allo stato, una volta purtroppo definitasi negativamente la gestione da parte della 2C spa dei singoli punti vendita, sembra l’unica in grado di garantire il futuro occupazionale dei lavoratori. Nei prossimi giorni l’Amministrazione comunale si propone di incontrare i lavoratori per approfondire la percorribilità di questa strada».

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

A Cava volontari in azione per ripulire bosco del Castello di Sant'Adiutore

Attrezzati con buste e pale per bonificare l'area che circonda il Castello di Sant'Adiutore, da tempo nel degrado più totale. Protagonisti di questa iniziativa sono stati alcuni cittadini e associazioni ("Progetto Dieci Metri" e "Prima Aurora") che hanno deciso di ripulire la zona proprio in occasione...

Metellia Servizi a Cava, Servalli: «Società che rispetta standard economici e funzionali»

«La società partecipata dal Comune per l'igiene urbana, Metellia Servizi, tra le poche del settore, se non l'unica in Campania, che rispetta gli standard economici e funzionali». Lo ha detto il sindaco di Cava de' Tirreni, Vincenzo Servalli, nell'incontro con la dirigenza ed il personale della Metellia,...

Cava de' Tirreni, si lavora per il parco urbano a corso Principe Amedeo

Il sindaco Vincenzo Servalli, stamattina, martedì 18 settembre, ha incontrato, insieme ai tecnici comunali, l'architetto Massimo Pica Ciamarra, progettista del parco urbano che sorgerà su corso Principe Amedeo. Il tavolo di lavoro, sollecitato dalle associazioni di categoria, è servito per una valutazione...

A Cava rinvenuto antico stemma nobiliare, Livio Trapanese: «Ha ben 188 anni»

Un reperto che conta ben 188 anni è stato ritrovato a Cava de' Tirreni, presso la sede dell'amministrazione comunale. A raccontare l'episodio è stato il giornalista cavese Livio Trapanese che, sui social, ha raccontato di essere stato contattato d'urgenza dalla dottoressa Liliana Noviello, dell'ufficio...

Cava de' Tirreni, proseguono lavori al "Simonetta Lamberti"

Questa mattina, 17 settembre, il sindaco Vincenzo Servalli ha effettuato sopralluoghi allo stadio comunale "Simonetta Lamberti", dove sono in conclusione i lavori di messa in sicurezza delle curve ed a San Giuseppe al Pozzo per le prove di cantieramento dei lavori di ripristino in quel tratto della strada...