Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 15 minuti fa S. Lamberto martire

Date rapide

Oggi: 16 aprile

Ieri: 15 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazioneEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniAttualitàCrisi Covid, Grimaldi (UNACO) avvisa: «L'edilizia non riparte senza norme chiare»

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Attualità

Crisi Covid, Grimaldi (UNACO) avvisa: «L'edilizia non riparte senza norme chiare»

UNACO è stata fra le prime a contestare la circolare, chiedendo immediatamente la variazione della norma.

Scritto da (Redazione), martedì 19 maggio 2020 22:33:13

Ultimo aggiornamento martedì 19 maggio 2020 22:57:17

La circolare Inail sul banco degli imputati. Quella che terrorizza e che crea imbarazzi, ma soprattutto paure, in questa delicata fase due. Come se non bastasse già l'immagine invisibile del coronavirus, sul fronte edile, la ripartenza ha creato altri timori, come se il settore non ne avesse di propri visto la crisi imperante già da qualche anno.

«Allo stato attuale manca il 20% delle imprese edili all'appello in quest'avvio di fase due - avvisa Angelo Grimaldi, presidente di UNACO Unione Nazionale Costruttori -. Hanno aperto circa un 80% d'imprese ma tutte con paure di fondo, terrorizzate. Non si sentono tutelate dalla Legge, dallo Stato. Terrorizzate da questa circolare Inail che, praticamente, equipara il contagio da covid ad un infortunio sul lavoro. Responsabilità civili, già di per sé gravose, con l'aggravante di quella penale. Molti di noi lavorano nel pubblico e in caso di condanne, sapete che ciò comporta grossi problemi a concorrere in lavori edili con la Pubblica Amministrazione. E' questa una situazione che andrebbe variata, anche se dall'Inail ci è arrivata rassicurazione in merito il 15 scorso che, per la verità, non rasserena più di tanto. Ma c'è il rammarico di fondo che non sono stati attuati correttivi in merito».

UNACO è stata fra le prime a contestare la circolare, chiedendo immediatamente la variazione della norma. «Ripeto, ci sono state rassicurazioni che non bastano - riprende Angelo Grimaldi -. Di fatto resta la norma che al momento non fa dormire sonni tranquilli. Per la verità c'è anche da affermare che per i collaboratori edilizi i 2/3 della giornata sono fuori dal lavoro edile, perché la giornata tipo è di 8 ore. A questo punto, per il calcolo probabilistico e statistico il "famoso" contagio potrebbe avvenire anche fuori dallo stesso orario di lavoro. Potrebbe, ipotesi per assurdo, avvenire il contrario, con il vettore che potrebbe essere anche lo stesso collaboratore. E in questo caso cosa accadrebbe? L'azienda sarebbe chiusa, con la decisione che sarebbe presa in base al numero di operai contagiati. E magari, in seguito anche fallire. L'imprenditore, a questo punto, dovrebbe rivalersi sull'operaio? E non è assolutamente nelle nostre intenzioni e comunque non ci sembra nemmeno un argomento che noi consideriamo. Questo però, non è previsto nella circolare. Di qui ad esempio, si palesa una questione giuridica che andrebbe considerata e che non mi sembra sia stato ancora fatto. Ci sarebbe l'inversione dell'onere della prova anche se l'Inail afferma che già esiste. Di fatto credo che ci sia uno sbilanciamento evidente da parte dell'Istituzione e con il legislatore che potrebbe aver preso una clamorosa svista e non riesce a tornare indietro».

Nonostante proprio le richieste da parte di associazioni di categoria di rivedere la normativa, tutto resta immutato. «E' da oltre un mese che abbiamo avanzato i nostri dubbi. Siamo stati tra i primi a ravvisare l'evidente discrasia della norma. Ripeto che è una cosa a dir poco sbilanciata fra le istituzioni e le imprese edili».

In buona sostanza, c'è uno squilibrio di fondo, dovuto anche alle stesse ore lavorative, con il contagio che potrebbe avvenire anche lontano dai posti di lavoro. «Il 75% della settimana, l'operaio la vive fuori dal lavoro, i conti sono facili da farsi. Ma in questo caso, domando, perché colpevolizzare a tutti i costi l'azienda? Non è nemmeno una lotta fra poveri, come qualche sigla sindacale potrebbe pensare. In primo piano c'è la Salute, di tutti. Dall'imprenditore a tutti gli operai estesa anche alle stesse famiglie. Intanto resta questa norma che crea timori e imbarazzi».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Cava de' Tirreni, positivi al Covid vanno a fare la spesa. Direzione Conad Superstore: «Non è successo da noi»

La direzione del Conad Superstore Cava de' Tirreni, date le continue voci che circolano da giorni in città e sui social di un presunto caso di presenza di persone positive al Covid-19 all'interno del supermercato, ha pubblicato un messaggio sulla propria Facebook per chiarire, una volta per tutte, il...

Cava de' Tirreni ricorda Settimia Spizzichino a cento anni dalla sua nascita

In occasione del centenario della nascita di Settimia Spizzichino, il sindaco di Cava de' Tirreni, Vincenzo Servalli, con il presidente della sezione cavese dell'Anpi, Luca Pastore e l'assessore all'Istruzione Lorena Iuliano, hanno deposto una corona d'alloro sotto la targa che intitola la strada alla...

Cava de' Tirreni, Mediateca chiusa da oltre un anno: a maggio gara per la gestione

La Mediateca di Cava de' Tirreni è sigillata da un anno e mezzo. Il centro cultura metelliano, ricordiamo, venne chiuso a gennaio 2020, all'indomani dei gravissimi fatti verificatesi nell'area antistante alla struttura durante la notte di San Silvestro: 2000 persone circa erano accavallate in attesa...

Scuole Cava de' Tirreni, oggi nuova protesta dei genitori. Sindaco: «Ho un altro livello di responsabilità»

Si è svolta stamattina, davanti Palazzo di Città, la nuova protesta dei genitori per chiedere all'amministrazione comunale maggiori garanzie per il ritorno a scuola. Una protesta, anticipata già dagli stessi organizzatori sui social e dal sindaco Vincenzo Servalli che ieri, intervistato da RTC Quarta...

Sindaci Agro e Valle Metelliana scrivono a De Luca: «Riapra attività commerciali»

I sindaci dell'Agro Sarnese Nocerino e della Valle Metelliana hanno scritto una lettera inviata al Governatore della Campania Vincenzo De Luca, con la quale chiedono la riapertura di alcune attività commerciali gravemente colpite dall'emergenza sanitaria e di conseguenza economica. I primi cittadini...