Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Damiano Martire

Date rapide

Oggi: 26 settembre

Ieri: 25 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

San Francesco d'Assisi Patrono d'ItaliaDivin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniAttualitàCosì destinate le risorse umane del Corpo di Polizia Locale

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneRistorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGeljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera AmalfitanaLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiMTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - ItaliaIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Così destinate le risorse umane del Corpo di Polizia Locale

Scritto da (admin), martedì 31 gennaio 2012 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 31 gennaio 2012 00:00:00

Nel premettere che il Corpo di Polizia Locale della città di Cava de’Tirreni è tra i più “longevi” del Mezzogiorno d’Italia, perché costituito il 24 aprile 1827, a seguito del Reale Decreto emanato il giorno 7 dello stesso mese ed anno da Francesco I di Borbone, Re del Regno delle Due Sicilie, e dopo lunghi anni di acuta attività di vigilanza del territorio metelliano, è opinione generalizzata che dal dì della quiescenza del Colonnello Eraldo Petrillo e del Vice-Comandante, il mai dimenticato Maggiore Enrico Forte, sebbene sia stato poi coordinato da sagaci successori, il Corpo, oggi più che mai, è visto come “suddito” della politica.

Noi, che abbiamo reso lustri di carriera in una plurisecolare Istituzione consimile, specializzata anche in Polizia Economico-Finanziaria, non concordiamo con tale parere, sebbene ci pervenga da una rosa sempre più crescente di autorevoli concittadini. La precedente Amministrazione, guidata dal Sindaco Gravagnuolo, proprio per dare linfa giovane al Corpo, decise di “reclutare”, a tempo determinato, ben 26 viabilisti, poi assunti a tempo pieno. I quadri ufficiali, costituiti dal Vice-Comandante Ten. Col. Giuseppe Ferrara e dai Tenenti Ispettori Francesco Fabbricatore, Claudio Argentino, Silvio Esposito e Mario Sellitto, videro la nomina al Comando del Colonnello Filippo Meluso. Ad esito della silenziosa quiescenza dei Tenenti Fabbricatore ed Argentino, nel mentre i restanti due, Esposito e Sellitto, furono “insigniti” del grado di Capitano, la stessa Amministrazione, con specifico concorso, promosse 10 Tenenti Ispettori: Annamaria Adinolfi, Gerardo Avagliano, Angelo D’Acunto, Vincenzo Della Rocca, Francesco Ferrara, Michele Lamberti, Antonio Minco, Antonio Senatore, Giuseppe Senatore, Maria Troiano e Claudio Zito. Si ebbero anche promozioni al grado di Assistente Capo per Attilio Adinolfi, Giulio Battaglia, Catello Battimelli, Leopoldo Bisogno, Salvatore Caso, Antonio D’Amico, Umberto Esposito, Silvana Giordano, Romualdo Guerriero, Domenico Lamberti, Gerardo Lamberti, Salvatore Luciano, Giuseppe Manzo, Antonio Paglietta, Giovanni Panza, Giuseppina Petrolini, Pietro Santoriello, Vincenzo Santoriello, Matteo Senatore, Sabato Senatore, Renato Siani, Vincenzo Siani, Anna Sorrentino, Domenico Tramontano e Giuseppe Vitale. I restanti 29 sono Assistenti ed Agenti.

Una piramide di comando perfetta e di tutto rispetto, se non si fossero verificate talune circostanze, come le repentine dimissioni del colonnello Meluso, di cui la città non ha mai saputo i motivi, l’assegnazione all’Ufficio di Legale del vice-comandante Peppino Ferrara, del tenente Antonio Senatore all’Ufficio Verde Pubblico e del valente tenente Minco all’Ufficio Ragioneria del Palazzo di Città. Col congedo per limiti d’età, anche questi passati in riserbo, dei capitani Esposito e Sellitto il Corpo di Polizia Locale di Cava de’Tirreni, oggi (31 gennaio 2012), com’è sotto gli occhi di tutti, può contare sul Comandante-Dirigente, dr.ssa Assunta Medolla, sul Vice-Comandante Licia Cristiano, su 8 Tenenti Ispettori e 56 Assistenti Capi, Assistenti ed Agenti, dai quali è doveroso sottrarre quanti non espletano, quotidianamente, l’attività vera e propria di Polizia Locale, come gli Agenti Bisogno, Calabrese, Cassanese, Di Salvio e Gaeta; quest’ultima (già Assessore della Giunta Messina) sin dal primo giorno d’incorporamento nella Polizia Locale cavese, senza poter mai indossare l’uniforme d’ordinanza dei metropoliti metelliani, si è vista “strappata” dalle funzioni che avrebbe dovuto assolvere per vedersi destinata, non sappiamo per quale utilità di polizia locale, allo staff del Palazzo di Città e più precisamente nell’ufficio del Vice-Sindaco Luigi Napoli. Riferiamo, per dovere di cronaca, che l’agente Gaeta è nell’organico della Polizia Locale di via Ido Longo perché proveniente dalla Polizia Provinciale di Salerno, in avvicendamento dell’Agente Viabilista Maria Landi; una delle 26 assunte all’Amministrazione Gravagnuolo!

Un’altra unità che deve essere sottratta all’attività di viabilista, ma che l’uniforme di “metropolita”, seppur per qualche tempo, l’ha indossata, è quella dell’agente Vincenzo Fiorenza, altro dei 6 neo-assunti! Per questi, ci piace ricordare, che fin quando la città era retta dalla precedente Amministrazione, ha svolto regolare servizio di viabilità, come i suoi 25 colleghi! Con l’avvento dell’Amministrazione Galdi si è visto assegnato all’Ufficio di Staff del Sindaco e, successivamente, dopo un secondo breve periodo di servizio, per il quale risultò vincitore del concorso, dirottato (da solo) al Drappello della Protezione Civile di Santa Lucia, che, com’è noto, in caso di calamità (speriamo mai), si avvale dei volontari della protezione civile, coordinati dal dr. Enzo Salsano; già Luogotenente dell’Arma dei Carabinieri e Comandante della Stazione Duomo di Salerno! A tali quadri andrebbero sommati quanti, in passato, quali “vigili urbani”, sono stati destinati a svolgere mansioni in uffici amministrativi e che qui, se la memoria non c’inganna, menzioniamo in ordine alfabetico: Vincenzo Attisano, Antonio Cuccurullo, Raffaele Di Serio, Giovanni D’Amore, Antonio Di Marino, Elviro Grieco, Ciro Longobardi, Domenico Rispoli, Alberto Ruggiero, Francesco Sammarco, Cosimo Santucci.

Atteso che il controllo del territorio cittadino è consegnato all’attento monitoraggio (come i cittadini e le leggi richiedono), in primis, ai “nostri sagaci metropoliti”, quali assoluti conoscitori della città, e, in secundis, alla Polizia di Stato, all’Arma dei Carabinieri ed alla Guardia di Finanza, la lamentela generale è: “sempre meno Polizia Locale per strada e sempre più in ufficio”! L’opinione generale, nostro malgrado, oggi, è inconfutabile! Chi non ricorda i primi mesi dell’Amministrazione Galdi, quando la Polizia Locale svolgeva un attento e continuo controllo di tutta la città; frazioni comprese, ma dopo il misterioso distacco del vice-comandante Ferrara, sostituito per pochi mesi dal dr. Saverio Valio e questi dalla dr.ssa Licia Cristiano, in città si ha la netta sensazione, speriamo sempre che non sia una certezza, che il Corpo di Polizia Locale non è “gestito” dalla gerarchia di via Ido Longo, ma dagli amministratori. Nel mentre le sciabole sono appese alle pareti, i foderi combattono: è questa la massima rivolta a quei giovani destinati a svolgere lavori d’ufficio e/o di staff e/o in drappelli, mentre i loro colleghi “anziani” e neo assunti continuano l’attività esterna alle caserme od uffici di polizia!

L’Ufficiale che ha l’onere di elaborare il servizio dei “metropoliti cavesi”, stante il costante assottigliarsi delle risorse umane, non può che schierare (in attività istituzionali demandate al Corpo della Polizia Locale) il personale di cui dispone, favorendo, per quanti non sanno vivere il quotidiano senza infrangere la legge, la diuturna sosta selvaggia di automezzi nelle aree bianche (Via Vittorio Veneto, Corso Giuseppe Mazzini, Via Pietro De Ciccio, Via Clemente Tafuri e Viale Degli Aceri), ove è consentito, invece, parcheggiare gli automezzi per soli 60 minuti, ma anche la sosta in doppia fila, agli incroci, sulle strisce pedonali, dinanzi ai passi carrabili, sui marciapiedi ed, ancor peggio, negli stalli riservati ai diversamente abili. Non da trascurare il “passeggio” e la sosta delle autovetture da parte dei congiunti di soggetti diversamente abili, i quali, senza alcun titolo, non avendo l’inabile a bordo, scorrazzano, indisturbati, lungo tutto Corso Umberto I e Piazza Vittorio Emanuele III, ovvero lungo la ZTL. Una soluzione andrebbe trovata anche per gli operatori commerciali che, come le pasticcerie, sostano, in ogni ora, i loro autofurgoni dinanzi alla propria azienda, sebbene sita nel “salotto buono cittadino”! Chi non rileva l’eterna sosta sui marciapiedi di Via XXV Luglio (corsia nord e sud) e di Corso Principe Amedeo!

Non vogliamo dimenticare l’affissione selvaggia, la “donazione” delle deiezioni canine che i padroni dei cani ci omaggiano, sempre di più, in qualsiasi luogo della “Bologna del sud”, l’accattonaggio molesto svolto per le strade e dinanzi ai supermercati, l’esposizione fuori dall’esercizio commerciale di generi alimentari e non solo e quant’altro arreca disdoro alla “città dei portici”. Poiché la Legge Regionale “prevede”, per quanto ci risulta, un agente di polizia locale ogni 600 abitanti e che Cava de’Tirreni ha una popolazione di circa 55.000 residenti e che quindi necessiterebbe di 83 attivi operatori e ritenuto, altresì, che il Corpo di Polizia Locale di Cava de’Tirreni, allo stato, consta di 65 unità, per ripianare l’organico, non resta, per la Civica Amministrazione, che ridare al Comando di via Ido Longo i 18 neo assunti e non destinati negli uffici, staff e drappelli!

Livio Trapanese

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Cava, smarrisce portafogli ad evento: riconsegnato da cooperatori della Metellia Servizi

di Livio Trapanese Nella serata di venerdì 21 settembre, i quattro cooperatori della Metellia Servizi S.r.l., in servizio presso il Complesso Monumentale di San Giovanni, di corso Umberto I di Cava de' Tirreni, al termine della serata "Amore" svolta dall'Associazione "Frida" e da "Teatro Insieme", per...

A Nocera nasce "U Monaco", la nuova pasticceria di fra Gigino Petrone

Fra Gigino Petrone torna a far notizia, ma stavolta non si parla di un suo possibile - quanto improbabile - ritorno a Cava de' Tirreni. Infatti, questa volta, il vulcanico frate ha deciso di aprire una nuova attività, più precisamente una pasticceria, a Nocera Inferiore, in via Nazionale. Ad annunciarlo...

Sant'Anna in festa: è la 17esima frazione di Cava de' Tirreni [FOTO]

L'arcivescovo Soricelli, ha benedetto le targhe di inizio e fine frazione, il sindaco Vincenzo Servalli ha consegnato al parroco don Alessandro Buono, la delibera di istituzione della 17esima frazione di Cava de'Tirreni e tutta la chiesa gremita ha sancito l'evento con un grande applauso. «È stato un...

A Cava volontari in azione per ripulire bosco del Castello di Sant'Adiutore

Attrezzati con buste e pale per bonificare l'area che circonda il Castello di Sant'Adiutore, da tempo nel degrado più totale. Protagonisti di questa iniziativa sono stati alcuni cittadini e associazioni ("Progetto Dieci Metri" e "Prima Aurora") che hanno deciso di ripulire la zona proprio in occasione...

Metellia Servizi a Cava, Servalli: «Società che rispetta standard economici e funzionali»

«La società partecipata dal Comune per l'igiene urbana, Metellia Servizi, tra le poche del settore, se non l'unica in Campania, che rispetta gli standard economici e funzionali». Lo ha detto il sindaco di Cava de' Tirreni, Vincenzo Servalli, nell'incontro con la dirigenza ed il personale della Metellia,...