Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Aurelio martire

Date rapide

Oggi: 24 febbraio

Ieri: 23 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel I Saldi più attesi sono quelli di Petrillo Abbigliamento che vi aspetta a Contursi Terme con le migliori occasioni di fine stagione I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualità'Chiudete Casa Serena': le carenze dell'ospizio denunciate da Musumeci

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

'Chiudete Casa Serena': le carenze dell'ospizio denunciate da Musumeci

Scritto da Il Mattino (admin), giovedì 30 agosto 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 30 agosto 2001 00:00:00

Dopo il blitz dei Nas a Casa Serena, la casa di riposo gestita in partenariato dal Comune, interviene Francesco Musumeci (nella foto in alto), leader dell'opposizione e consigliere nelle file dei Ds. Non si conosce ancora l'esito dei controlli nella vecchia struttura di Pregiato, ma il medico-politico gioca di anticipo, svelando gli handicap strutturali, le deficienze assistenziali e lo spiraglio di una soluzione. «Casa Serena - dice - è nata come soluzione tampone e come tale ha delle evidenti carenze strutturali, che interessano il sistema fognario e la stessa sistemazione delle camere. Ma non si tratta solo di un problema di mattoni e cemento: il grave nodo è quello dell'assistenza». «La nuova normativa - spiega - non consente la presenza di anziani non autosufficienti, ma finora l'unica alternativa era metterli alla porta». Sulla carta ci sarebbe un'altra soluzione, che avrebbe avuto l'ok della dirigenza dell'Asl, impegnata in una fase deliberativa, e l'attenzione di enti amministrativi superiori, Regione e Ministero della Sanità. «La proposta di realizzare un Rsa presso l'ex Hotel Londra a corso Mazzini - ricorda Musumeci - è già stata approvata nel piano di fattibilità e finanziato con un financing progect. Un centro geriatrico, che ha ottenuto l'attenzione del ministero della Sanità come programma pilota in fatto di assistenza alla terza età». Che farebbe di Cava un polo di attrazione per l'intera Asl. «Voci di corridoio - continua Musumeci - parlano di un diverso interessamento della Giunta Messina. Che vorrebbe destinare la struttura ad un'operazione commerciale con la costruzione di un albergo. Ed in questo si misura la differenza tra un'amministrazione di sinistra e quella di destra». Anche nel programma di assistenza agli anziani si può intravedere una diversa filosofia e un diverso progetto politico, ribadisce. «Dare assistenza agli anziani non si esaurisce nel fornire una struttura. Ci vogliono progetti, dare nuove possibilità agli anziani, aprirli alla realtà. Lo stessa sfida intrapresa con i disabili». Le proposte guida? La nascita di una Rsa (residenza di assistenza sanitaria, aggiunta al pacchetto Adi, assistenza domiciliare integrata), con 120 posti letto (60 per autosufficienti e 60 per non autosufficienti) al centro della città (corso Mazzini) e, dunque, in osmosi con la rete dei servizi pubblici. Il neo polo geriatrico sarebbe collegato al polo endocrinologia e cardo respiratorio (ex Acismom), tre punte di un unico cerchio.

Non si fa attendere la replica del centrodestra. «È paradossale -sbotta Daniele Fasano (nella foto in basso), coordinatore cittadino di Forza Italia, nonché consigliere comunale - che dopo anni di sonno profondo la sinistra punti l'indice. Solo quattro mesi fa lo stesso Musumeci era sordo ai nostri inviti. Ora dopo l'intervento dei Nas si fa paladino degli anziani». Secondo il consigliere forzista l'opposizione strumentalizzerebbe il caso Casa Serena: i Nas non avrebbero ancora inviato alcun verbale. Per ora, dunque, si sarebbe fermi al sopralluogo finalizzato ad una serie di accertamenti. «In passato -continua Fasano - siamo stati i primi a denunciare gravi carenze strutturali e situazioni limite che hanno coinvolto il personale e gli ospiti di Casa Serena. È una vicenda delicata, cui siamo molto sensibili visto l'impegno in passato del sindaco Abbro. La porteremo in commissione consiliare». Da rinviare ad un'opinione collegiale anche la futura ubicazione della casa di riposo comunale, ma per ora nessun accenno all'ex Albergo Londra: «Personalmente -precisa Fasano - non vedo di buon occhio il decentramento della residenza per anziani a Pregiato, dove sono evidenti gli ostacoli che si frappongono ad una vita sociale attiva».

Casa Serena e Hotel Londra: due strutture dai destini incrociati. Fu proprio l'ex Hotel Londra, il più grande complesso alberghiero del centro cittadino, a fornire la prima sistemazione ad una casa di riposo per anziani, gestita dal Comune: l'Onpi. Anche quella volta carenze strutturali riscontrate dalle autorità competenti - furono rilevati alcuni problemi nella tenuta del solaio - causarono il trasferimento forzato verso la struttura di Pregiato. Una soluzione che da temporanea è diventata definitiva, con conseguenti vizi di origine. Primo: Casa Serena avrebbe dovuto ospitare i vecchietti indigenti solo per un breve periodo di tempo e, dunque, quasi nessun intervento fu apportato all'edificio. Di tempo, invece, ne è passato un po' di più e sono venute fuori varie crepe, evidenziate dal cambiamento della normativa in materia. Così è arrivata la chiusura della cucina ed il rischio dei sigilli, sventato solo da uno peggiore: gli anziani messi alla porta. Già nella prima legislatura Fiorillo la cronaca ha riportato di battaglie sindacali, incontri della Consulta per gli anziani, visite dei rappresentanti medici, commissione sulla sanità. Sul tavolo delle trattative le condizioni dei lavoratori e la precarietà della struttura, rinviate in attesa del progetto di Rsa a corso Mazzini. Dell'Hotel Londra oggi rimane un edificio fantasma ed uno grosso piazzale immerso nel verde, utilizzato negli anni passati come palcoscenico per diverse manifestazioni culturali. Domani chissà.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava, controlli al Circo Niuman: nessun maltrattamento su animali

Come già anticipato, il Circo Niuman è arrivato a Cava de' Tirreni, scatenando diverse polemiche tra gli attivisti dell'associazione Veg in Campania (clicca qui per approfondire). L'amministrazione Comunale, intanto, ha fatto trapelare un comunicato nel quale dichiara di aver effettuato i controlli all'installazione...

Cava, consigliere Narbone: «Passiano riavrà il suo ufficio postale»

Arrivano buone notizie per i cittadini di Passiano. La frazione di Cava de' Tirreni riavrà molto presto il suo ufficio postale, dopo la chiusura di quello situato al piano terra dell'istituto scolastico "G. Pisapia". Ad annunciare la notizia e il conseguente accordo con Poste Italiane è stato il consigliere...

A Cava presentato “Anch’io Centro”, progetto a favore del Centro Commerciale Naturale

Presentato, ieri pomeriggio, giovedì 22 febbraio 2018, presso la Sala del Consiglio di Palazzo di Città, il Progetto Europeo Simplicity - Horizon 2020, "Anch'io Centro", in partenariato tra l'amministrazione Servalli, l'Università di Cassino e del Lazio Merdionale, la Ditron Connect-D e il Centro Commerciale...

Circo Orfei a Cava, gli attivisti di Veg in Campania: «Basta sfruttamento degli animali»

Sabato 24 febbraio, all'incrocio tra via Filangieri e via Gramsci, gli attivisti dell'associazione Veg in Campania scenderanno in strada per protestare contro il circo con animali di Nelly Orfei, giunto in questi giorni a Cava de'Tirreni. «Ancora una volta gli attivisti Veg in Campania ed altre associazioni,...

"Aumenti di 30-35 euro, non pagate bollette luce", la bufala via Whatsapp

Sono in tanti i cittadini italiani disorientati in questi giorni a causa dell'invito a non pagare la prossima bolletta dell'energia elettrica. Un trucco che "funzionerà solo se lo faremo in tanti". Il messaggio sta circolando via Whatsapp, diffuso da amici e parenti. E come spesso accade in questi casi,...