Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Pietro d'Alcantara

Date rapide

Oggi: 19 ottobre

Ieri: 18 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniAttualitàBulli e benzina nessuna denuncia

Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Attualità

Bulli e benzina, nessuna denuncia

Scritto da (admin), mercoledì 11 giugno 2008 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 11 giugno 2008 00:00:00

«Non voglio denunciare quei ragazzi. Non voglio che si parli di quanto accaduto, li perdono. È meglio metterci una pietra sopra». A parlare è Immacolata B., la donna cosparsa di benzina da 4 bulli mentre viaggiava sul bus di linea diretto alle frazioni di San Pietro ed Annunziata. Immacolata vive con sua sorella nella casa paterna di via Di Marino, a San Pietro, e quella sera stava rincasando quando, come da lei stessa raccontato agli agenti del Commissariato di Polizia, è finita, suo malgrado, nell'assurdo gioco di 4 minorenni, che non hanno trovato niente di meglio da fare che lanciarsi della benzina usata per caricare degli accendini e forse i loro motorini. «È stata colpita accidentalmente», riferiscono le Forze dell'Ordine e l'assessorato comunale alla Sicurezza.

Lei preferisce non comparire, né tanto meno parlare, forse per pudore o per paura. Il timore che la stupidità possa ritornare a colpire, semmai anche in maniera più grave, è comprensibile e giustificabile: specie se si è donna e soprattutto se si vive in una piccola frazione. Oggi che, a distanza di giorni, come già accaduto per episodi analoghi, il caso è venuto allo scoperto e portato all'attenzione dell'opinione pubblica, la tendenza è di cercare di sminuire l'episodio, etichettandolo come una burla tra ragazzini. «Abbiamo appurato che la donna è stata colpita involontariamente», ribadiscono dall'assessorato. Inutile sottolineare le conseguenze, anche gravi, che un atteggiamento di giustificazione nei confronti di episodi di aggressione sia verbale che fisica, di prevaricazione o semplicemente di maleducazione (oggi accomunati sotto il neologismo di bullismo), può avere su chi li compie e su chi li subisce.

Sono di parere opposto quanti si trovano quotidianamente per lavoro a dover gestire casi simili a quelli capitati alla signora Immacolata. Sono gli autisti e dipendenti degli autobus di linea che da tempo hanno denunciato la presenza di baby gang. E lo stesso assessore Alfonso Senatore precisa: «Sebbene il fatto vada ridimensionato, occorre mantenere l'attenzione alta». Dopo le numerose denunce dei mesi scorsi, soprattutto ad opera di autisti e passeggeri, l'Amministrazione comunale ha avviato un programma di prevenzione e repressione fatto di incontri, audizioni e segnalazioni. I primi risultati sono arrivati. Intanto, anche dal mondo della scuola sono giunti altri campanelli d'allarme: uno su tutti, il caso dello studente 17enne ferito con una monetina incandescente, per non parlare del 12enne malmenato dai compagni di scuola perché non sapeva parlare in dialetto e per finire il suo coetaneo finito in ospedale.

«Famiglie e scuola non chiudano gli occhi»
«Gli atteggiamenti definiti di bullismo sono notevolmente aumentati anche sul nostro territorio. Sono episodi di violenza che si verificano nell'ambito della scuola, dove vengono presi di mira giovani vittimizzati o prevaricati con continue aggressioni. La nostra Asl ha destinato un gruppo di medici e psicologi per aiutare gli insegnanti ed i genitori. Ben più gravi gli episodi che si verificano all'esterno della scuola». Walter Di Munzio, direttore del Dipartimento di Salute mentale dell'Asl Sa 1, interviene sul fenomeno bullismo.

Già, violenza anche in bus... «Siamo di fronte ad atteggiamenti già delinquenziali, perpetrati da bande di giovanissimi. Le cause vanno ricercate nel degrado culturale che investe fasce marginali dei nostri ragazzi. La famiglia non è certamente estranea a tali comportamenti, anche, paradossalmente, quando esercita il proprio ruolo educativo con un eccesso di ansia e senso di inadeguatezza. Non è, purtroppo, scontato il saper trasferire ai giovani valori positivi di riferimento. Spesso i genitori sono incapaci di vedere certi fenomeni, sono gli stessi che dopo un anno di assoluta indifferenza aggrediscono gli insegnanti che giudicano negativo il profitto dei figli e non si accorgono che fanno uso di sostanze eccitanti».

La violenza, dunque, connessa all'uso di droghe? «Le sostanze eccitanti sostengono comportamenti aggressivi che si amplificano, specie se si è in gruppo». Cosa fare, allora? «Occorrono azioni coordinate di educazione sanitaria e di informazione anche verso i familiari e le istituzioni. Finché i genitori continueranno a non capire ed a non vedere, qualunque azione risulterà vanificata. Programmi di tipo informativo ed educativo, non certo la mera repressione, sono gli unici capaci di ottenere risultati positivi. Maggiore presenza genitoriale, maggiore attenzione della scuola e delle istituzioni e puntare su valori positivi e sull'impegno sociale ed umanitario».

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni, sindaco Servalli: «La scuola è una priorità per l'amministrazione comunale»

Si è tenuta stamattina, mercoledì 18 ottobre, alle 10.00, presso la Sala dei Gemellaggi, la conferenza stampa del sindaco Vincenzo Servalli e del vice sindaco, Nunzio Senatore, assessore con delega ai lavori pubblici per illustrare le attività messe in campo finora dall'Amministrazione comunale per il...

Lamberti Food di Cava partner ufficiale del Campionato Nazionale Pizza DOC

Lamberti Food di Cava de' Tirreni sarà partner ufficiale della 4° edizionedel Campionato Nazionale Pizza DOC, che si svolgerà presso l'Area Fieristica Macchè Arena di San Valentino Torio dal 23 al 24 ottobre 2017. L'azienda metelliana ancora una volta scenderà in campo al fianco di manifestazioni di...

Cava de' Tirreni, disoccupazione giovanile in aumento

Alcuni giorni fa, l'amministrazione Servalli aveva deciso di procedere all'avvio di un processo di ridefinizione delle competenze funzionali di alcuni settori (clicca qui per l'articolo). Un piano di assunzioni che ha scatenato una vera e propria corsa al "posto fisso". Come riporta il giornale "La Città...

Cava, parte la raccolta firme per far restare don Giovanni

A Sant'Arcangelo, frazione di Cava de' Tirreni, parta la raccolta firme per far restare don Giovanni Pisacane. I fedeli, infatti, non accettano il trasferimento del loro giovane parroco, destinato a Dragonea di Vietri, e hanno iniziato una raccolta firme per farlo restare. Oltre a questo, inoltre, hanno...

Cava de' Tirreni, piazza Bassi abbandonata: l'appello dei residenti

Inaugurata lo scorso 25 luglio, dopo meno di due mesi piazza Bassi sta scivolando in un degrado inaspettato. La piazza presente nella frazione Pianesi di Cava de' Tirreni, infatti, è stata abbandonata se stessa, senza interventi adeguati di manutenzione. A creare malcontento tra i residenti della zona...