Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Alessio confessore

Date rapide

Oggi: 17 luglio

Ieri: 16 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàAcquisto ex Cofima l'opposizione compatta sul "no"

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Acquisto ex Cofima, l'opposizione compatta sul "no"

Scritto da (admin), martedì 16 novembre 2010 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 16 novembre 2010 00:00:00

Si è tenuta questa mattina, presso l’Aula Gemellaggi del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni, la conferenza stampa sul tema “Partecipazione del Comune all’asta fallimentare per l’acquisto dei capannoni ex Cofima”, promossa dalla sezione cavese di Futuro e libertà per l’Italia e dalle varie forze di opposizione.

Sono intervenuti: Mario Farano, presidente di “Futuro e libertà”; Luigi Gravagnuolo, consigliere comunale di “Città nuova”; Giuliano Galdo, segretario cittadino del Partito Democratico; Enzo Servalli (capogruppo), Pasquale Scarlino e Nunzio Senatore, consiglieri comunali del PD; Enrico Polichetti e Sabato Sorrentino, consiglieri comunali di “Solo per Cava”; Enzo Bove, consigliere comunale di “Associazione 61 Progress”.

Al termine degli interventi, durante i quali è stato ribadito il secco e deciso no alla partecipazione del Comune all’asta pubblica, è stata letta la “lettera aperta” al sindaco Galdi, sottoscritta da tutti gli intervenuti e protocollata con il n. 67727 in data odierna, nella quale i relatori evidenziano tutte le criticità, le contraddizioni ed i rischi a loro pareri insiti nell’operazione. Ecco la lettera aperta al primo cittadino:

«Egregio Sig. Sindaco, l’Amministrazione comunale ha deciso di partecipare ad un’asta fallimentare per l’acquisto di parte dell’ex-ceramica Cava, successivamente attratta nel fallimento della Cofima.

Lei ha programmato di spendere solo per l’acquisto fino a €. 5.000.000. Il perito del tribunale ha indicato per costi di ricostruzione altri €. 11.000.000. Ed occorrono, per l’abbattimento dei capannoni e smaltimento dei materiali tossici, almeno €. 1.000.000.

Lei sottrarrà risorse preziose ai servizi ai cittadini, proprio mentre la città sta vivendo una crisi occupazionale ed economica senza precedenti ed i trasferimenti dello Stato si riducono in maniera esponenziale, costringendo i Comuni a fare salti mortali per mantenerli. E questo per fare un acquisto senza prospettive e senza che Lei abbia indicato motivazioni ed obiettivi precisi sui quali fondare il confronto politico, verso il quale Lei sembra che manifesti una crescente insofferenza.

In poche ore Lei ha indicato come obiettivi l’ospedale o locali per la movida o uffici comunali e delle aziende partecipate o possibili residenze, mentre il suo vice ha “aperto” ai privati, tradendo forse il vero disegno che si nasconde sotto l’infausta delibera.

Egregio sindaco, la cosa non ci convince. Lei si appresta a commettere un errore che inciderà negativamente sulle finanze della città. Tutto l’iter è poco convincente.

Infatti:
1) Per dimostrare che i 5.000.000 di euro stanziati per l’acquisto saranno ben spesi, Lei ci ha parlato di una perizia di un ingegnere estraneo al Comune, ma ci ha nascosto che i 15.775.000 di euro, spacciati per valore stimato, sarebbero un ipotetico utile lordo, dal quale detrarre le tasse e le spese di progettazione. Ma ciò nel caso in cui il Comune si decidesse a fare una speculazione immobiliare, cioè a costruire e vendere in proprio. Il Comune insomma dovrebbe cambiare mestiere, mettersi a fare l’imprenditore. E tutti sanno che le iniziative imprenditoriali non sempre hanno successo. Ed in ogni caso gli imprenditori rischiano in proprio, non con i soldi dei cittadini!

2) Nell’ipotizzare l’operazione immobiliare non si tiene conto del fatto che al di sopra del Comune vi è il Consorzio per l’area di sviluppo industriale, che ha vincolato i capannoni a “piccola industria, artigianale, commerciale e terziario”, quindi non ad appartamenti. E il Consorzio, dopo l’acquisto, potrebbe anche non essere d’accordo a concedere il cambio di destinazione, facendo cadere in un sol colpo il castello di carte da Lei costruito.

3) Il perito avverte che negli archivi del Comune non ha trovato la licenza edilizia e vi sono 3.800 mq di capannoni abusivi, mentre un Suo dirigente Le ha scritto che non sa se gli abusi sono sanabili e un altro che l’acquisto, pregiudicando il patto di stabilità interno, rende necessaria la vendita degli immobili comunali, che, a questo punto, si tramuterebbe in una svendita.

4) Lei forse non si è reso conto che i capannoni che vorrebbe acquistare non sono quelli che stanno di fronte all’autostrada, ma quelli dietro, che confinano con una fogna a cielo aperto ed hanno 2 accessi, uno più infelice dell’altro. Ma forse Lei sta pensando di acquistare anche la parte davanti? Ma ha pensato a come reperire i fondi? O forse ha pensato di acquistare e di dare poi tutto a qualche privato, coinvolgendo anche gli altri capannoni che stanno di fronte al casello autostradale. E allora a chi giova?

5) Pensiamo, infine, che non Le sia sfuggito che i capannoni potrebbero essere espropriati ad istanza di un qualsiasi industriale, che pagherebbe solo €. 800.000. E se non Le è sfuggito, perché ha parlato di un valore di €. 15.775.000 ed ha deciso di spendere €. 5.000.000?

Non ci ha convinto e non ci convince ancora quello che Lei sta tentando di fare».

Bove Enzo, consigliere comunale “associazione 61 Progress” - Farano Mario, presidente “Futuro e libertà” - Galdo Giuliano, segretario cittadino “Partito Democratico” - Gravagnuolo Luigi, consigliere comunale “Città nuova” - Polichetti Enrico, consigliere comunale “Solo per Cava” - Scarlino Pasquale, consigliere comunale “Partito Democratico” - Senatore Nunzio, consigliere comunale “Partito Democratico” - Servalli Enzo, capogruppo consiliare “Partito Democratico” - Sorrentino Sabatino, consigliere comunale “Solo per Cava”

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Stella d'oro al Social tennis Club Cava de' Tirreni

La Commissione nazionale benemerenze sportive, su proposta del Coni provinciale, ha deliberato l'assegnazione della Stella d'oro al Merito sportivo al Social Tennis Club di Cava de'Tirreni, presieduto dall'avvocato Francesco Accarino, per l'importante contributo dato allo sport. «Ringrazio Nello Talento...

Cava de' Tirreni, presidente Trezza: «Con Pasquale Falcone nasce il vero CCN»

Il presidente della Delegazione di Cava de' Tirreni, Aldo Trezza, augura buon lavoro al nuovo presidente del Consorzio Centro Commerciale Naturale, Pasquale Falcone e a tutto il nuovo Direttivo. «Dopo anni in cui il Consorzio CCN si è distinto per non aver fatto praticamente nulla, per essere diventato...

Rifiuti a Cava, sindaco Servalli: «Se non si differenzia a rischio la tenuta dei costi»

Le continue emergenze che si stanno verificando nelle ultime settimane a causa di incendi nelle piattaforme di conferimento dei rifiuti differenziati e il perdurare dell'inosservanza da parte di tanti cittadini delle piccole regole per una efficace raccolta differenziata stanno mettendo a serio rischio...

Cava de' Tirreni: lavori in corso a Pregiato, Santa Lucia, Sant'Anna e Gescal

Il sindaco Vincenzo Servalli e l'assessore ai lavori pubblici e manutenzione, Nunzio Senatore, stamattina, mercoledì 11 luglio, hanno effettuato sopralluoghi ai cantieri della scuola primaria della frazione di Santa Lucia, dei lavori provinciali di rifacimento del tratto di strada franato di via Pasquale...

Conferimento rifiuti a Cava, assessore Senatore: «Sempre maggiori impurità nell’umido»

Questa mattina, la piattaforma di conferimento dell'umido convenzionata con il Comune di Cava de' Tirreni, non ha ritirato ben 70 quintali di rifiuti della frazione organica umida, prelevati nella giornata di ieri sul versante est del territorio, in quanto presentavano una quantità eccessiva di impurità....