Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Luca evangelista

Date rapide

Oggi: 18 ottobre

Ieri: 17 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: Lettere al PorticoPost 8 marzo: rivendicazione dei diritti e autodeterminazione le parole d'ordine

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Lettere al Portico

Post 8 marzo: rivendicazione dei diritti e autodeterminazione le parole d'ordine

Scritto da (Redazione), sabato 9 marzo 2019 11:33:35

Ultimo aggiornamento sabato 9 marzo 2019 11:33:35

di Patrizia Reso

Dopo il rigoroso silenzio che mi sono imposta per l'8 Marzo, silenzio derivato dall'inflazione dei commenti anacronistici relativi a questa Giornata, eccomi di nuovo qui.

La Giornata Internazionale della Donna è stata istituita formalmente dall'ONU nel 1977. Fu un riconoscimento di fatto, perché era stata già scelta negli anni per ricordare le lotte sostenute dalle donne per l'approvazione dei propri diritti, e questo per tutta una serie di storie e leggende in merito.

Nel '77 avevo solo venti anni ed ero, come tantissime ragazze mie coetanee, già fortemente impegnata per la conquista dell'uguaglianza sociale, economica e giuridica di genere.

Non abbiamo mai parlato di uguaglianza di sesso! Di liberazione sessuale, autodeterminazione sì, ma perché esistevano ancora i matrimoni combinati e tante altre discriminazioni. Oggi, a distanza di tanti anni, bisogna ricominciare proprio da questo, poiché la cultura patriarcale dominante, anche e non solo in campo economico, ha volutamente svilito e riformulato, con fini strumentali politici, sino a trasformare una giornata di lotta in una festa, che tra gli anni '80 e '90 è degenerata fino all'organizzazione di "cenette" con tanto di spogliarellisti, pagati anche 250 euro a esibizione (ora immagino i soliti misogini da tastiera sbizzarrirsi nei commenti...). Molte donne hanno pensato di liberarsi accettando acriticamente queste modalità, senza realizzare che non hanno fatto altro che incrementare il mercato economico patriarcale. Nessuna morale, solo una constatazione economica.

Ritornando all'8 Marzo, le parole d'ordine sono state sempre rivendicazione dei diritti e autodeterminazione. Oggi molte ragazze non sanno che, se esiste una movida notturna alla quale possono partecipare, è solo per le tante battaglie contro gli schemi reimposti condotte dai movimenti femministi, iniziando dagli orari. Il genere femminile era costretto a ritirarsi non più tardi delle 20,30/21, altrimenti si era etichettate automaticamente come una puttana. Epiteto sessista che fioccava anche se una donna entrava in un bar per un caffè oppure se osava accendere una sigaretta per strada!

Stiamo parlando degli anni Settanta, non Quaranta...

Se si andava in Irpinia, non necessariamente in terra calabra o sicula, le donne vestivano ancora di nero, avevano il "maccaturo" nero in testa e le gonne lunghe fino alle caviglie. Chi osava depilarsi sotto le ascelle o, le più irsute, in viso, era considerata una "poco di buono", altro eufemismo per puttana. Per quanto riguarda l'aspetto semantico e grammaticale, rimando ad un video di Paola Cortellesi, registrato in occasione del David di Donatello dello scorso anno.

Non parliamo poi dei processi che si facevano per stupro! Era sempre la donna causa di se stessa, da vittima sempre carnefice per il solo fatto di essere donna. Proprio come oggi moltissimo uomini, a livello locale (Meridione Nazionale alias Lega), a livello nazionale (manifesto di Crotone, alias Lega), a livello internazionale (brochure 8 marzo Ficsak, Ungheria, alias sovranismo ungaro), non fanno altro che sviluppare concetti pretestuosi per scrollarsi delle proprie secolari responsabilità e riversare tutte le colpe sulle donne, doppia dose per quelle che si impegnano per il riconoscimento dei propri diritti. Chi vuole mettere in discussione queste parole può limitarsi a visionare, non leggere o ricercare che potrebbe essere troppo impegnativo, dicevo visionare un altro video, sempre reperibile su Youtube, del processo che si celebrò nel 1978 per il caso di stupro a Fiorella (non fu mai reso noto il cognome), nella capitale, che vide la pubblica accusa dell'avv. Tina Lagostena Bassi. Ricordo in questo contesto solo uno, dei tanti vergognosi passaggi, dell'avvocato di difesa dei violentatori: "Signori, una violenza carnale con fellatio può essere interrotta con un morsetto: passa immediatamente la voglia di continuare l'atto, quindi non si coniuga con l'ipotesi di violenza. Anzi, è incompatibile. (Con la fellatio) il possesso è stato esercitato dalla ragazza sui maschi, dalla femmina sui maschi, è lei che prende, è lei la parte attiva. Loro sono passivi, inermi. Abbandonati nelle fauci avide di costei".

Per concludere questo lungo scritto, vi propongo un ulteriore video, questa volta si tratta dell'ormai tanto vituperato Roberto Benigni, mentre recita Talmud e Whitman.

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Portico

Grandi Interpreti all’Abbazia, fondi insufficienti per la manifestazione

L'XI edizione dei "Grandi Interpreti all'Abbazia" quest'anno sarà realizzata in formato ridotto per l'esiguità dei fondi assegnati. Gli "attori" istituzionali, quali la Regione Campania, l'Ente Provinciale per il Turismo e la Provincia di Salerno, hanno fatto mancare il loro sostegno. Solo l'Amministrazione...

Quando all'Eurovespa del 1963 a Cortina d'Ampezzo parteciparono anche i vespisti cavesi

Riceviamo e, con piacere, pubblichiamo interessante foto notizia di Livio Trapanese, sulla partecipazione di quattro vespisti di Cava de' Tirreni alla manifestazione Eurovespa del 1963 a Cortina d'Ampezzo. "Per gentile concessione del vespista cavese Giovanni Adinolfi, l'ultimo a destra nella prima foto...

Cstp, Bus - Italia S.P.A. vince la gara: nuove assunzioni in vista

Ieri alle 10:00 era prevista l'apertura della busta contenete l'offerta economica per l'acquisto del ramo d'azienda della Cstp. Parto per tempo, ma i lavori a Vietri mi rallentano oltre il previsto. Arrivo alle 10:20 sperando nel classico quarto d'ora accademico ed invece è tutto già finito, ma sono...

Centri anti violenza, inaugurazione o sensibilizzazione?

Sono le undici, ma la sensazione è che l'incontro sia iniziato da poco. "Giovedì 26 maggio ore 10:30 saranno inaugurati i centri anti-violenza" diceva la locandina su internet. La sala è piena, soprattutto ragazzi delle prime superiori e donne attive nel settore. La maggioranza della platea è composta...

Trasporti Salerno: Cessione CSTP sono tre le aziende in corsa per l'acquisizione

"No, no. Le offerte ci sono!". Così mi risponde un giovane autista del 9 che da Cava mi porta a Salerno. Sul pullman poca gente, perlopiù distratta e disinteressata. Comincia a fare caldo. Gli avevo chiesto informazioni sulla gara per l'acquisto della Cstp. A dire il vero non mi interessava più di tanto:...