Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Ida vergine

Date rapide

Oggi: 27 aprile

Ieri: 26 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi  Villa Romana Hotel & SPA - Minori Costiera Amalfitana - Benessere tutto l'anno in Costa d'Amalfi - Scopri le nostre offerte visitando il nostro sito ufficiale Discover Positano - Visit Positano Amalficoast - the ultimate Positano web portal - Tourism in Positano - Positano Amalficoast Holiday

Tu sei qui: SezioniCronacaRapina alle banche al vaglio immagini e testimonianze

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Bar Pineta, ristorante, pizzeria con forno a legna, lounge lemon garden a Maiori in Costiera Amalfitana MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Cronaca

Rapina alle banche, al vaglio immagini e testimonianze

Scritto da Il Mattino (admin), giovedì 7 marzo 2002 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 7 marzo 2002 00:00:00

La prima verifica sui filmati che ritraggono almeno due dei rapinatori della Banca Popolare Emilia Romagna (nella foto in alto) è fissata per queste ore. Gli investigatori esamineranno il materiale finora raccolto (si tratta dei fotogrammi delle telecamere a circuito chiuso in funzione lunedì mattina nei locali dell'istituto di credito a Santa Lucia) per cercare di scoprire qualche elemento in più, nascosto dietro ai cappellini con visiera e gli occhiali a specchio usati dai due malviventi. La parola definitiva potrà dirla la consulenza richiesta alla Squadra Antirapina di Napoli. Attraverso sofisticati software, esperti di computer tentano di isolare particolari utili alla ricostruzione di un primo identikit. E così, le registrazioni dell'ultima settimana, acquisite per controllare qualche somiglianza con il bandito che lunedì mattina impugnava il temperino, le impronte digitali lasciate sull'Opel Blu, dove è stata rinchiusa la guardia giurata, la Fiat Escort modello Ghia utilizzata per la fuga sono le prove a disposizione degli agenti della Polizia locale.

I dipendenti della Popolare: «Parlavano con accento torrese»

In più i verbali dei testimoni: sono almeno sei le persone - il direttore, il vice ed i dipendenti della filiale - che hanno contribuito a far cadere i sospetti sulla banda di napoletani (forse cinque complici), che hanno riconosciuto la cadenza dialettale di quella voce che li ha minacciati per poi chiedere i contanti. Anche altri testimoni hanno riferito di un accento tipico dell'hinterland partenopeo, forse di Torre Annunziata. Ma l'elemento più inquietante su cui gli investigatori, guidati dal vicequestore Sebastiano Coppola, stanno lavorando è la loro perfetta conoscenza della zona e delle abitudini, come l'Opel (nella foto al centro) del vigilante ferma davanti all'ingresso. Particolari che, secondo gli inquirenti, dimostrerebbero la presenza di una talpa. Una rete di informatori, napoletani come i malviventi, ma frequentatori «abituali» della città. Insomma, ancora nessun volto o nome, ma una precisa pista investigativa.

Le testimonianze

Saranno riascoltate tutte le persone coinvolte come testimoni nelle indagini sulla rapina alla Banca Popolare dell'Emilia Romagna, compreso Vincenzo Ambrosano, la guardia giurata prima disarmata e poi tenuta sotto «sequestro» da due dei rapinatori. Superato lo choc delle prime ore, l'uomo dovrebbe ripetere ancora una volta la sua versione dei fatti. Gli inquirenti cercano, così, di carpire qualche altro indizio. Tra i testi sentiti ci sarebbe anche Gerardo Bartiromo, proprietario dell'omonimo panificio ed ex dirigente della Cavese. Secondo le prime testimonianze, il commerciante si sarebbe scontrato con uno dei complici impegnato nella fuga.

LE IPOTESI SULL'ALTRA RAPINA

Si costruiscono anche continue ipotesi sull'altra rapina, messa a segno solo qualche minuto più tardi alla Banca Arditi e Galati (nella foto in basso) in via Mazzini. Si cercano spiegazioni, ad esempio, sull'accento straniero dei rapinatori, che, nel chiedere i contanti, hanno lasciato un forte indizio sulla loro nazionalità. I dipendenti della filiale, nel corso delle loro testimonianze, avrebbero precisato che si trattava di un italiano forzato, ricco di inflessioni straniere. Al momento, la pista più accreditata porterebbe ad una banda di slavi. I Carabinieri della stazione locale, guidata dal comandante Giuseppe Recchimuzzi, non possono, però, contare sull'aiuto delle telecamere interne: i filmati ritraggono le due sagome con i volti coperti da passamontagna. Nessuna collaborazione sul versante dei testimoni, in quanto a quell'ora la strada era deserta. Qualcuno ricorda che, in quella stessa zona, sono state compiute altre tre rapine, tuttora irrisolte. Identico il copione adottato per svaligiare le casse dell'allora Banca Generoso Andria, ma ipotizzare possibili legami tra i diversi colpi appare un'ipotesi poco credibile.

rank:

comments powered by Disqus

Ultimi articoli in Cronaca

Sacerdote chiede all’amante di abortire, il caso nel salernitano

Avrebbe chiesto all'amante di abortire: nulla di strano se non fosse che la proposta sarebbe giunta da un parroco. E' questa l'accusa sulla cui veridicità è chiamato a indagare il tribunale Ecclesiastico Campano. A darne notizia il quotidiano Il Mattino oggi in edicola. I fatti risalgono al 2012. Stando...

Un'ordinaria domenica in Costiera Amalfitana: paralisi traffico rovina una bella giornata

Complice la splendida giornata di sole siamo qui a raccontarvi la solita storia, al punto che potremmo fare copia e incolla di uno qualsiasi dei tantissimi articoli già pubblicati in merito all'argomento. Cosa succede in Costa d'Amalfi? Assolutamente nulla. Denunciamo da tempo l'impossibilità di accogliere...

Cava de’ Tirreni: cinquanta euro falsificati, commercianti nel mirino

Truffatori in azione per le strade del centro di Cava de'Tirreni. Nel mirino numerosi negozianti ai quali due persone hanno provato a piazzare soldi falsi. L'allarme - come ha scritto ieri Il Mattino - è stato lanciato da Giuseppe Aliberti, direttore del centro commerciale di bricolage Albrico in Corso...

Migranti a Cava, Padre Giacomo: «Per chi continua nell’ignoranza del razzismo studiasse Isis e Boko Aram»

di Adriano Rescigno Tra tanti accorsi, ex, mancati e recenti amministratori, finalmente qualcuno riesce in pubblico a pronunciare la parola «migranti» collegata al probabile, ammesso che esistano le condizioni, arrivo in città. Il Comune lavora e tace, la cittadinanza preoccupata trova consiglio e risposta...

Incidente a Cava de' Tirreni: evita impatto con veicolo ma finisce contro palo della luce

Di Adriano Rescigno Un'auto è finita contro un palo della pubblica illuminazione nell'intersezione tra viale Marconi e via Castaldi, a Cava de' Tirreni, intorno alle 7 di questa mattina. Nessuna colpa è attribuibile al semaforo che regola l'incrocio, definito da alcuni "malfunzionante", in quanto la...