Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. Marcella martire

Date rapide

Oggi: 28 giugno

Ieri: 27 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi  Villa Romana Hotel & SPA - Minori Costiera Amalfitana - Benessere tutto l'anno in Costa d'Amalfi - Scopri le nostre offerte visitando il nostro sito ufficiale Discover Positano - Visit Positano Amalficoast - the ultimate Positano web portal - Tourism in Positano - Positano Amalficoast Holiday

Tu sei qui: SezioniCronacaEstorsione condannati D'Elia e Pezzella

Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Bar Pineta, ristorante, pizzeria con forno a legna, lounge lemon garden a Maiori in Costiera Amalfitana MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Cronaca

Estorsione, condannati D'Elia e Pezzella

Scritto da La Città di Salerno (admin), giovedì 5 dicembre 2002 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 5 dicembre 2002 00:00:00

Tre anni e quattro mesi di carcere per Vincenzo D'Elia (nella foto); due anni e mezzo per Pierangelo Pezzella; assoluzione completa per Guerino Lambiase. Questa la sentenza emessa ieri sera dai giudici del Tribunale di Salerno, nell'ambito del processo per estorsione da parte dei tre imputati ai danni dell'imprenditore cavese Gerardo Pisapia. La sentenza è giunta dopo un lungo pomeriggio, dedicato alle ultime arringhe degli avvocati ed alla camera di consiglio dei giudici, prolungatasi diverse ore. Intorno alle 19 il verdetto, che ha molto ridimensionato le richieste di condanna avanzate dal pm Gambardella nel corso della sua requisitoria del 20 novembre scorso. Il magistrato, titolare della pubblica accusa, aveva chiesto, infatti, sette anni e sei mesi di carcere per Vincenzo D'Elia, Pierangelo Pezzella (nella foto al centro) e Guerino Lambiase. I tre cavesi, responsabili, secondo la Procura, di estorsione ai danni di un imprenditore, furono arrestati dalla agenti del locale Commissariato di Polizia nel corso di un blitz, il 17 novembre 2000, davanti allo stadio ''Simonetta Lamberti'', dove, su indicazione della vittima, doveva avvenire la consegna della prima tranche della richiesta di ''pizzo'' sull'acquisto di un camion. La ricostruzione dei fatti si è basata soprattutto su alcune riprese video, raccolte dalla Polizia nel corso dell'indagine che aveva preceduto l'arresto dei tre, e sulle trascrizioni dei tabulati telefonici. Materiale probatorio che, secondo il pm, sarebbe stato da solo sufficiente per condannare gli imputati. Fin qui la posizione dalla Procura. Diversa, invece, la prospettazione degli avvenimenti evidenziata dagli avvocati del collegio difensivo. I legali di Lambiase (gli avvocati Marco Salerno e Maurizio Mastrogiovanni) sottolinearono nelle loro arringhe l'estraneità ai fatti del loro assistito, così come fecero i legali di Pierangelo Pezzella (Giovanni Annunziata ed Antonio Sarno). Sulla stessa linea anche il penalista Rodolfo Viserta, difensore di D'Elia, ritenuto l'organizzatore dell'estorsione. Secondo la ricostruzione dell'accusa, Guerino Lambiase (nella foto) avrebbe ricoperto il ruolo di ''palo'' nel giorno in cui scattò il blitz che portò all'arresto dei tre proprio mentre ritiravano una parte del ''pizzo''. I testimoni, citati dal collegio difensivo nell'udienza dello scorso 6 novembre, avevano riferito che quel giorno, in realtà, almeno uno di loro si trovava in compagnia di Lambiase e che questi dava le spalle al luogo dove avvenne l'incontro tra i presunti estorsori e la loro vittima, ad una distanza di oltre cento metri. I testimoni avevano anche riferito che Lambiase si trovava a due passi dalla sua abitazione: l'uomo, infatti, sposato con la figlia dell'ex custode dello stadio ''Simonetta Lamberti'', viveva con i suoi suoceri. Insomma, non era lì a fare da ''palo''. Una circostanza, questa, riconosciuta valida dai giudici, che hanno assolto Lambiase, condannando, invece, D'Elia e Pezzella.

rank:

comments powered by Disqus

Ultimi articoli in Cronaca

Cava, violenza e lesioni a pubblico ufficiale: arrestato 21enne straniero

Nel tardo pomeriggio di ieri (venerdì 23 giugno) personale della Polizia Locale in servizio nel centro storico, Borgo Grande, ha tratto in arresto B.B., senegalese di 21 anni con l'accusa di violenza, lesioni, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Il fatto è accaduto alle 19 e 10 nelle immediate...

Donna si tuffa in mare e muore: tragedia ad Erchie [FOTO]

Un malore dopo un tuffo in mare sarebbe stato fatale, stamani, per una donna presso la graziosa spiaggetta di Erchie. Il fatto è avvenuto alle 12 e 30 circa. Per A.M., salernitana di 62 anni, non vi è stato nulla da fare: inutili i soccorsi, i primi da parte di due bagnanti, infermieri di professione,...

Erchie, balordi prendono a bastonate titolare di stabilimento balneare e scappano

Ancora non si spiega cosa avessero contro di lui il titolare di uno stabilimento balneare della spiaggetta dietro ai frangiflutti del porto turistico di Cetara, malmenato questa mattina da due balordi dal volto travisato. Il fatto è accaduto intorno alle 7 quando i due si sono avvicinati al 52enne di...

21enne suicida a Cava de’ Tirreni, gesto estremo prima del compleanno

Un giovane cavese, di 21 anni, si è tolto la vita ieri sera impiccandosi ad un albero. A scoprire il cadavere del giovane è stato il padre che era andato a cercarlo non avendo sue notizie per l'intera giornata. L'uomo ha allertato Forze dell'ordine e soccorsi ma per suo figlio non c'era più nulla da...

Agropoli: sequestrata una discarica abusiva

I finanzieri della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Salerno - avvalendosi del mezzo aereo della Sezione Aerea di Napoli - nell'ambito dei servizi di polizia ambientale e controllo economico del territorio, disposti dal Reparto Operativo Aeronavale di Napoli, hanno sottoposto a sequestro...